AICS Roma: nasce il settore Hockey su ghiaccio

Dall’intesa tra il Comitato Provinciale e il Colosseum Cup Hockey Club arriva il nuovo settore sportivo.

0
288

Con la nascita del settore Hockey su ghiaccio, il Comitato Provinciale AICS Roma raggiunge un nuovo importante traguardo: grazie all’intesa raggiunta dal Presidente Monica Zibellini e da Fabio Labia, Presidente della Colosseum Cup Hockey Club, infatti, da oggi a Roma e in tutta la provincia, sarà più semplice praticare l’Hockey su ghiaccio.

Un accordo che vede una delle più importanti realtà sportive romane, come quella della Colosseum Cup, abbracciare i valori dell’AICS Roma, nella promozione di questa disciplina che vanta un importante seguito di praticanti e appassionati in tutta la Capitale.

Sono davvero molto felice che la Colosseum Cup Hockey Club sia entrata a far parte della famiglia dell’AICS Roma, ha dichiarato il Presidente Monica Zibellini, perché ritengo sia una realtà di assoluto valore nel panorama sportivo romano. Negli ultimi anni si è resa promotrice di numerosi eventi ed iniziative che saremo onorati di supportare, mettendo a disposizione la nostra struttura organizzativa e la nostra esperienza.

Dal momento della sua fondazione nel 2017, infatti, la Colosseum Cup Hockey Club ha dato vita a tornei che hanno da subito riscosso un grande successo: nel 2018 si è tenuta la prima edizione del 6 Nazioni Hockey su ghiaccio amatoriale, una competizione che ha visto confrontarsi sei team provenienti da Inghilterra, Stati Unti, Repubblica Ceca, Svizzera e Austria, con la formazione italiana a fare da padrona di casa nel Palaghiaccio Mezzaluna di Mentana.

A seguito di questo grande successo, ci ha raccontato il Presidente Fabio Labia, abbiamo deciso di trasformare quello che inizialmente sarebbe dovuto essere un evento occasionale in una vera e propria organizzazione professionale di eventi che vengono organizzati ciclicamente, così come accade già in molti altri paesi europei e non, dove l’Hockey su ghiaccio è uno sport più conosciuto e praticato, che non avvicina solo giocatori che desiderano praticarlo, ma anche spettatori e appassionati.

Ne è nato così un circuito dove ogni anno, ad esclusione del 2020, sono stati organizzati ben sette eventi internazionali per amatori e veterani dell’Hockey su ghiaccio, con un seguito che sfiora le mille presenze ad ogni evento, tra atleti, familiari e fans che seguono le squadre. Ma non solo: per far crescere l’Hockey su ghiaccio e avvicinare i giovani alla pratica di questa disciplina, è nata l’International Hockey School, un luogo dove non solo formare i ragazzi che vogliono praticare l’Hockey in Italia, ma anche un punto di incontro dove metterli in contatto con coach provenienti da tutto il mondo, che possano fornire una formazione di alto livello, con un servizio qualitativamente superiore, a fronte di un costo che possa essere il minore possibile.

Per far questo, prosegue Labia, ci rivolgiamo ad alcune importanti scuole e team internazionali di Hockey su ghiaccio, che ad ogni camp inviano i loro migliori coach per insegnare la disciplina da un altro punto di vista. Lo facciamo ricercando i migliori allenatori in paesi come Canada, Russia o Repubblica Ceca, dove l’Hockey ha un grandissimo seguito e una grandissima formazione: ai coach che arrivano dall’estero affianchiamo il nostro staff, composto da professionisti del settore, alcuni ancora in attività, mentre altri ormai dediti completamente all’insegnamento come Ingermar Gruber, Roland Hofer, Elmar Prath, Federico Tulli, Giancarlo Tedesco, Daniel Haller, Aleksei Zolovkins e Martin Mair.

Il prossimo grande obiettivo della Colosseum Cup Hockey Club è la costituzione dell’Intenational Amateurs and Veterans Hockey League, un campionato per tutti quei team che non partecipano a campionati federali. E, anche su questo, l’AICS Roma ha deciso di supportare fortemente la creazione di questo campionato.

Abbiamo deciso di affiliarci all’AICS, conclude Labia, perché questo Ente ha una grande storia e ha sempre prestato grande attenzione ad ogni tipo di disciplina sportiva, compresi quegli sport considerati “minori”, come può essere il nostro. Abbiamo pensato si potesse svolgere insieme un lavoro costruttivo e produttivo per entrambi, e devo dire che nel Comitato Provinciale di Roma ho trovato, nella persona del Presidente Monica Zibellini, un partner disposto ad ascoltarci e a supportarci sia nello sviluppo di quelle attività che già svolgiamo, ma soprattutto nella costituzione della Lega Amatori per l’organizzazione del primo Campionato Amatoriale. Prevedo e spero un grande futuro insieme all’AICS.

 

 

Mauro Giorgini
Ufficio Stampa AICS Roma