La parola al Presidente: i giovani e il mondo del futuro

0
42

Le campanelle stanno per suonare l’inizio delle tanto attese vacanze estive, e questa è l’ultima newsletter prima del meritato riposo per le ragazze e i ragazzi che stanno terminando il loro anno scolastico.

Si tratta di un momento importante, perché non coincide solo con la chiusura di una parentesi didattica, ma anche con l’apertura di tanti progetti che nei prossimi mesi vedranno i nostri giovani al centro di interessanti attività.

E non sono solo io a dirlo: lo ha ribadito a gran voce il Presidente Bruno Molea durante l’Assemblea Nazionale AICS di sabato scorso, che ha visto a Roma la partecipazione di oltre cento delegati.

Lo dicono anche le associazioni che sul nostro territorio continuano a programmare iniziative perché i ragazzi possano continuare il percorso intrapreso in questo periodo di uscita dal Covid.

Proprio nella giornata di sabato ho avuto l’opportunità di essere ospite del Gruppo Roma 12 e della neonata Associazione Roma 9, che hanno dato vita ad una giornata di sport e di divertimento, nella quale ho avuto il piacere e l’onore di essere al fianco di Alessandro Palazzotti, fondatore di Special Olympics.

È in occasioni come queste che si evidenzia ancora una volta, se mai ce ne fosse ancora bisogno, l’importanza della sinergia tra gli istituti scolastici e le associazioni presenti sul territorio, per garantire ai ragazzi la possibilità di accedere allo sport e alla cultura in maniera libera.

Perché, non dobbiamo scordarlo mai, la scuola è la prima palestra di vita, e i giovani di oggi rappresentano le donne e gli uomini di domani. Sono loro che disegneranno i lineamenti del mondo del futuro, e a loro dobbiamo dedicare tutta la nostra attenzione e tutte le nostre energie.

 

Monica Zibellini